Giovanni Manzoni Piazzalunga Pittore

Ha partecipato a:
Mostra collettiva” presso “Herman Miller” – Milano – 29 ottobre 2014
Cibartisti Live a Brerart” – Settimana dell’Arte Contemporanea – Brera Milano – 20/25 ottobre 2014

giovanni-manzoni-piazzalungaCreazioni uniche realizzate con matite e caffè.
“Giovanni Manzoni crede nel disegno come rappresentazione del pensiero, il primo gesto di ogni espressione artistica: la più congeniale perchè diretto e immediatamente comprensibile del soggetto e allo stesso tempo personale e unico come la grafia, la traccia della proprio passaggio. Si ispira soprattutto ai grandi maestri cinquecenteschi, ma anche al muralismo messicano, per via delle sue origini, peruviane, e per l’idea di “avvolgere” lo spettatore. Quando scopre Orozko e Riverira sogna di avere a disposizione, come loro, grandi muri. Poi nasce l’idea dell’utilizzo del caffè, quello che poco prima era cibo diventa non più scarto ma si “rigenera” come materia utile e necessaria nella colorazione. Conferisce corpo al disegno, lo armonizza e dona intensità al volume. Il tè o il caffè diventano componente insostituibile per un dipinto.
Come ha in dichiarato l’artista nell’intervista con Jacopo Perfetti : “mi piace pensare che oltre ai riferimenti, per me espliciti e fonte di ispirazione senza fine al Cinquecento Italiano, soprattutto Michelangelo, e ai riferimenti alla tecnica del dripping di Pollock, ci sia anche un pò di Street Art nel mio lavoro”.
Quello che si vede in effetti recupera parte di quella dimensione: ci troviamo di fronte ad un’arte di semplice comprensione, dal messaggio immediato e diretto; suggestiva per tutti gli osservatori , carica di gioia e dinamicità e gioia di vivere nella potenza michelangiolesca dei corpi e delle movenze.”
Michela Ongaretti

 

 

giovanni manzoni piazzalunga (003)

 

giovanni manzoni piazzalunga (002)