Comitato Scientifico

  • Paolo Cervari

    Laureato in filosofia, lavora da sempre come consulente nel campo teso tra la comunicazione organizzativa, le strategie e lo sviluppo delle persone.
    Ha ricoperto incarichi per medie imprese italiane come responsabile dello comunicazione e dello sviluppo organizzativo, ha lavorato in staff e board di direzione in PMI. Ha lavorato come formatore, consulente e coach per numerose aziende italiane. E’ coach certificato presso l’MRI di Palo Alto (California), formatore per il Centro di Terapia Strategica di Arezzo e consulente filosofico di Phronesis (associazione italiana per la consulenza filosofica) e si occupa di pratiche filosofiche apllicate alle organizzazioni.
    www.cervari-consulting.com


  • Dalia Gallico

    E’ Presidente del Corso di Laurea in Moda e Design, Facoltà di Architettura e Design Università S. Raffaele Roma. Cattedra di Elementi di Progettazione, Metodologia del Progetto.
    Direttore Formazione Corsi professionali e servizi al lavoro Società Umanitaria
    Per il Comune di Milano, Assessorato alla Cultura, è dal 2005 Art Director delle mostre a Palazzo Reale, Pac Padiglione d’Arte contemporanea, Rotonda di Via Besana, Palazzo della Ragione. Responsabile Archivio delle mostre dal 2004 su piattaforma SIRBEC (progetto Menemon ArtLab- finanziato da Regione Lombardia).
    Ha curato l’ideazione e realizzazione del SIT Sistema Informativo Turistico di Milano (primo premio al concorso Federcultura 2003 www.comune.milano.it/turismo), lo studio di riorganizzazione del Castello Sforzesco (1998) e i progetti preliminari per la Città della Moda (98-99).
    E’ attualmente nominato in vari Consigli di Amministrazione nazionali e internazionali (Fondazione A. Pini Milano; Associazione Amici Accademia di Brera,  IAI Asia Pacific Designers Federation Honk Kong; GLTA Guangdong Lighting Trade Association Canton), membro di Comitati Scientifici (Accademia Galli Como e Comitato S. Ambrogio Cantù, Legambiente; Well Tech; Stazione sperimentale seta; ADCI).
    Presidente dal 2012 della Associazione Signum lab. Quando la cultura lascia il segno. E’ responsabile di progetto e curatore di ricerche scientifiche sulla internazionalizzazione, tecnologie e le loro valenze comunicative e applicazioni finanziate dalla Comunità Europea sulla base di ottenimento di bandi di ricerca.
    Pubblicista dal 2006 . (N. tessera 117116), autore di oltre 100 pubblicazioni nazionali e internazionali, collabora in modo continuativo con riviste specialistiche sviluppando una vetrina di confronto tra le nuove tendenze che stanno trasformando i diversi settori della cultura, dell’informazione e dello stile di vita.
    Già Presidente di ADI Lombardia (Associazione Disegno Industriale Lombardo) dal 2004 al 2010 e Coordinatore dell’Osservatorio Permanente del Design Lombardo (che porta annualmente alla pubblicazione dell’ADI Index e ogni tre anni al premio Compasso d’oro).
    Già membro ufficiale di prestigiosi Comitati scientifici e Centri Studi (tavolo del Marketing Territoriale del Comune di Milano, Forum Innovazione della Provincia di Milano; Ingenio della Regione Lombardia; Fondazione Politecnico) progetta e coordina numerose ricerche e programmi di sviluppo della Comunità Europea finanziati sulla base di Bandi (Design Plaza, E-learning; F.or.te; Driade, Dafne; Metadistretti, SPRING), di Amministrazioni Pubbliche ed organismi privati basati sulla valorizzazione del “made in Italy” (Promos – Mostra itinerante The sign e Assolombarda- Sportello Innovazione Design).
    Tiene seminari di aggiornamento e qualifica di management culturale presso aziende e istituzioni in Italia e all’Estero.
    Progetta e coordina dal 1998 al 2005 per la Camera Nazionale Italiana della Moda il centro ricerca e formazione. Ha svolto attività didattica (concept design) e di ricerca (Tr&ndsLAB, Trend Research and New Design Solutions) presso il Politecnico di Milano- facoltà del design (dal 2001 al 2010), l’Accademia di Comunicazione (dal 2004 direttore del master “politiche del Made in Italy”), Accademia di Brera (99-04) e Università Cattolica (96-99).
    Collabora spesso a progetti di sviluppo internazionale “Design Point” tra cui firma la partnership strategiche per ricerca e innovazione. La Progettazione e realizzazione di “Design Point” è sempre rivolta a valutare le possibili integrazione della strategia di sviluppo culturale in tutte le sue varie implicazioni (prodotto, processo, materiali, grafica, servizi). Ora sta collaborando su progetti internazionali per Cina CAFA Central Academy of fine Arts Bejing Cina, Brasile Sebrae, Colombia Università Pontificia Boliviana e India National Institute of Design India.


  • Paolo Gallizioli

    Socio fondatore e socio in varie realtà legate al mondo della ristorazione e della formazione di chef – referente show coocking – membro del comitato scientifico


  • Emilio Sitta

    Classe 1954. Sin dagli albori della sua attività si è occupato dello sviluppo delle materie plastiche in Italia. Negli anni ’80 ha lavorando per multinazionali come General Electric e successivamente, Borealis, dove ha acquisito competenze sia sui tecnopolimeri (Policarbonato) e nelle commodities (PE-PP) sviluppando nuovi e innovativi compounds tecnici. Ha condotto una Business Unit dedicata specificamente all’innovazione e alla sostituzione di materiali tradizionali (vetro, metallo, ecc..) con polimeri avanzati. Più tardi si è occupato di semi-lavorati per l’Interior Disign. Qui ha sviluppato un inedito laminato stratificato in vetro-policarbonato (Solidex) per la copertura di pavimenti e superfici verticali. Sempre per il settore Interior design ha sviluppato il primo sigillante siliconico fotoluminescente (Silight). In periodi più recenti si è occupato di Bio-polimeri prodotti in USA. E’ stato relatore in numerosi convegni europei riguardanti i polimeri, I Bio-polimeri e l’innovazione, nonché formatore presso svariate PMI. Nel recente passato ha sviluppato, in stretta collaborazione due amici e importanti professionisti del design (Marco Maggioni e Paolo Pagani), il progetto “Zoom Design Group”. E’ nato così un nuovissimo e brevettato modulo espositivo in Policarbonato “ZOOM®” dedicato al settore fashion e degli eventi commerciali.
    Strenuo sostenitore della ricerca e dell’innovazione, è stato tra i primissimi promotori in Italia della metodologia russa TRIZ per l’innovazione sistematica di prodotti e processi. Ha collaborato in qualità di consulente per l’innovazione con aziende di svariati settori quali: elettrico, illuminotecnico, costruzioni edili, impiantistica, software, elettromedicale, interior design e packaging alimentare. Nel settore della prevenzione ha sviluppato uno stretto contatto con specialisti UK senior dell’oncologia e della senologia sul tema della prevenzione del tumore al seno.
    Ha partecipato allo sviluppo di piattaforme di comunicazione web criptate, a basso costo, dedicate ai medici specialistici, per il controllo dei dati dei pazienti e i consulti da remoto. Ha partecipato allo sviluppo di una terapia non farmacologica domiciliare per la cura del piede diabetico, basta su una apparecchiatura elettromedicale con brevetto italiano. E’ consulente progettuale della società “no profit” – futura Charity Foundation – inglese Relay4Aid Ltd di Luton (UK). Dal 2014 sta introducendo in Italia un inedita ed efficacissima metodologia francese (Humantude®) specificamente sviluppata per la presa in cura e la relazione con pazienti affetti da disturbi cognitivi (Alzheimer e Parkinson), nelle strutture ospedaliere e nelle cliniche geriatriche. Sempre molto vicino ai temi dell’innovazione, della salute e della salvaguardia dell’ambiente, ha sviluppato e depositato un progetto olistico per la protezione e il rilancio evoluto della catena produttivo-distributiva agroalimentare italiana.
    Dal 2015 collabora attivamente con il movimento Cibartisti.