Cut Artista del legno

CUT è l’alter-ego di Carlo Cazzaniga.
Classe 1964, appartiene all’ultima generazione in “bianco & nero“.
Artigiano di formazione ha ritrovato in questo progetto il suo ideale estetico.
Reinterpreta gli archetipi moderni dell’iperconsumismo e le icone della comunicazione di massa per poi fissarle sul materiale più primitivo e vivo della storia del mondo: il legno.
Il risultato è la provocazione del paradosso: dietro un’estetica narrativa leggera e quasi decorativa si cela la feroce denuncia della società contemporanea con i suoi “vitelli d’oro” da adorare.
Dal connubio tra segno e materia nascono così delle opere uniche che, nella loro essenzialità, restituiscono il vissuto di un intero mondo emozioni legate alla rappresentazione

“Sono un artigiano. Divento artista quando la gente guarda quello che faccio“.

CUT è l’autore di un progetto artistico su legno.
La sua ispirazione nasce da un continuo esercizio di manualità,
una certa propensione per la grafica e da una vena di ispirazione pop-nostalgica.
Il suo lavoro si compone di una serie in divenire di soggetti, dove la grafica prende forma attraverso la tecnica del traforo.

Nei vari contesti fino ad oggi trattati, CUT ha spesso reinterpretato
trasversalmente il mondo del food.
Attraverso i suoi “allegorici” gelati su stecco, le uova, i biscotti.
Proprio per quest’ultimo motivo CUT ha trovato attinenza con il progetto in
essere di “cibartisti”